subscribe: Posts | Comments | Email

Noto: presentato ” Il Corrado Confaloniero” di A. Fortuna.

0 comments
Noto: presentato ” Il Corrado Confaloniero” di A. Fortuna.

NOTO: ECCELLENTE SERATA CULTURALE AL SEMINARIO VESCOVILE PER LA PRESENTAZIONE DEL VOLUME “IL CORRADO CONFALONIERO” DI ANGELO FORTUNA

di  Vincenzo Greco

copertina-libro-il-corrado-confaloniero-copiaEvento culturale di importante rilevanza nel Salone del Seminario Arcivescovile di Noto  in occasione della presentazione della più recente fatica letteraria del preside Angelo Fortuna, “Il Corrado Confaloniero” (ed.Santocono), titolo mutuato dal testo del poema in cinque Idilli Sacri del notaio-poeta Michaele Catalano, vissuto a Noto nel Seicento. Pubblico delle grandi occasioni (circa 300 i presenti),  attratto dalla tematica, ove si consideri che la figura di S. Corrado è icona identitaria netina non solo per i cattolici ma anche per i diversamente credenti; vieppiù, stimolato dalla notorietà del prolifico autore, consolidato narratore, saggista, poeta e giornalista, il quale ha già all’attivo oltre venti pubblicazioni tutte di grande successo.

“Il Corrado Confaloniero” ha il merito essenziale ma non unico di aver sottratto all’oblio un poema del tutto inedito e dunque ignoto: casuale, ma anche provvidenziale da parte del dott. Salvatore Maiore, il rinvenimento del manoscritto che giaceva tra gli scaffali della sezione astuziana della Biblioteca comunale di Palermo.

Il Sindaco di Noto, dott. Corrado Bonfanti, Angelo Fortuna e il prof. sac. Ignazio Petriglieri.

Il Sindaco di Noto, dott. Corrado Bonfanti, Angelo Fortuna e il prof. sac. Ignazio Petriglieri.

Grazie a certosina pazienza e professionalità, il preside   Fortuna ha proceduto all’interpretazione dei testi  composti prima del terribile sisma del 1693 nonché all’evidenziazione del loro valore storico, letterario, religioso, linguistico e umano. Il volume, dunque, si colora di significazioni culturali che arricchiscono, impreziosendola, la già corposa letteratura sul Santo tanto venerato nella capitale barocca. La serata è iniziata con l’intervento del sindaco Corrado Bonfanti che, dopo aver sottolineato l’ampiezza e il valore della produzione letteraria di Angelo Fortuna, si è soffermato sulle virtù del rispetto e dell’onestà, tipiche di S. Corrado, quali modello per una comunità civile in cammino verso traguardi di sano progresso.

LEGGI TUTTA LA COPERTINA CLICCANDOCI SOPRA

LEGGI TUTTA LA COPERTINA CLICCANDOCI SOPRA

Sull’interessante pubblicazione ha relazionato il prof. sac. Ignazio Petriglieri,  vicario diocesano per la cultura, il quale, con  limpida linearità, ha lumeggiato fin nei minimi particolari gli aspetti dell’importante operazione culturale di Angelo Fortuna. “Questi – ha detto tra l’altro – citando con precisione e onestà le fonti che sono all’origine del suo impegno, ha proceduto con passione e acume all’interpretazione dell’inedito, resa ardua anche a causa dell’obsolescenza del manoscritto, della grafia alquanto problematica, delle correzioni sovrapposte e delle oscillazioni grammaticali, lessicali e linguistiche”. Don Petriglieri ha chiarito, pure, come il termine Idillio, che il poeta usa per sinonimo di Canto, si inserisce in un ambito letterario di prima grandezza spaziando dalla letteratura greca (Teocrito, sopra tutti) al Tasso. Un plauso particolare, infine, ha riservato  alle cinque artistiche illustrazioni inserite nel volume, opera della prof.ssa Clara Celeste.

img_1142   L’intensa serata culturale è stata conclusa da Angelo Fortuna, autore della pregevole e validissima pubblicazione, il quale ha letto e, quando necessario, commentato, con voce vibrante e vivo entusiasmo, alcuni passi scelti de “Il Corrado Confaloniero”, sottolineando anche alcune particolarità della lingua usata dal Catalano. È emerso, così, ancor più il valore letterario, poetico, ecclesiale e storico di un’opera che non può mancare nelle biblioteche dei fedeli del patrono di Noto e degli studiosi della complessa, ricca e variegata identità culturale e umana della capitale del barocco.

            VINCENZO GRECO

NOTA BENE: il testo dell’articolo è tratto da LA SICILIA, quotidiano nazionale

di Catania del 21 Settembre u.s., che si ringrazia per la collaborazione.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>