subscribe: Posts | Comments | Email

Douja d’Or: ad Asti primo week end con il botto!

0 comments
Douja d’Or: ad Asti primo week end con il botto!

foto-1

Douja d’Or: primo week end con il botto!

Grandissima affluenza di pubblico in tutte le location

della Douja d’Or e in Piazza Campo del Palio al Festival delle Sagre

 ASTI, 11 SETTEMBRE 2018 - Intuizione vincente la città della Douja d’Or estesa su più banchi d’assaggio nel centro di Asti. I “calici alzati” da venerdì a domenica sera sono stati ben 12.814, ovvero oltre 4.000 in più rispetto agli 8.728 della passata edizione. Numeri che parlano da soli, con un incremento del 47%. Un grande risultato per l’organizzazione e la comunicazione, con il coordinamento affidato all’Azienda Speciale per la promozione e regolazione del mercato della Camera di Commercio di Asti, che commenta con le parole del Presidente Erminio Renato Goria: “le location diffuse nel centro e il clima hanno rappresentato un connubio vincente per un inizio di Douja che entusiasma. Generale la soddisfazione per le Sagre che hanno esaurito tutta l’offerta dei piatti già prima della chiusura”.p9_x5clw

 Vediamo i dati nel dettaglio delle singole location.

Alla Douja del Monferrato, curata in Palazzo Alfieri dal Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, ben 1.495 degustazioni al tavolo accompagnate da 1.226 piatti di assaggio. Segno che le persone gradiscono sempre di più degustare i vini accompagnandoli con piatti delle tradizione. Massicce anche le 632 presenze registrate al Piatto e dolce d’Autore, che si svolge tutte le sere nella sede dell’AFP Colline Astigiane, e che vede nel vino d’autore messo a disposizione dal Consorzio della Barbera d’Asti, una significativa collaborazione fra più soggetti.

 kx8damswIn Palazzo Ottolenghi, dove troviamo il Cortile dei Vermouth e delle Grappe, i numeri sono tanto importanti quanto significativi. Assaggiati 826 Vermouth in purezza e mixati 1539 cocktail a base Vermouth. Al banco delle grappe ANAG, con la vice Presidente Mary Gioda: “sono stati 700 i calici di grappa bevuti e, fatto molto interessante per la novità, 250 i cocktail a base grappa realizzati. Siamo andati ogni nostra più rosea aspettativa. È stato bello vedere come i giovani siano tornati a interessarsi a questo nostro prodotto nazionale così unico, e come i cocktail a base di grappa siano riusciti a convincere anche molti puristi”.

Soddisfazione alla quale fanno eco le parole di Maurizio Spandonaro, direttore dell’Unione Industriale della provincia di Asti: “un incremento rilevante, che denuncia un trend in importante crescita. Il pubblico gradisce sempre di più la nostra proposta, anno dopo anno”. Sempre a Palazzo Ottolenghi, pressochè stabile l’enoteca della Douja, che fa registrare 4.487 bottiglie vendute.

iujxjtpqE proprio il banco di degustazione dei 283 vini premiati al Concorso fa registrare i numeri più alti, con 6.675 calici bevuti.  Ma la vera sorpresa di quest’anno è Piemonte Land of Perfection e le sue 4.644 degustazioni servite in Piazza San Secondo. Commenta a caldo Filippo Mobrici, Presidente di Piemonte Land of Perfection: “Sono fortemente contento per questo inizio riuscito della città della Douja dove, insieme alla Camera di Commercio, la sfida della nostra proposta di assaggi diffusi è stata apprezzata dal pubblico. Personalmente ci tengo a ringraziare il Presidente Goria e il Sindaco Rasero per avere innovato la manifestazione insieme con noi”

Molto bene anche le serate di assaggio a cura di ONAV che con 153 presenze complessive hanno registrato il tutto esaurito per due sere su tre.

inviato da CAMERA COMMERCIO DI ASTI press@doujador.it

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>