subscribe: Posts | Comments | Email

Palermo: 70° Ordinazione Sacerdotale di P. Giorgio Leone.

0 comments
Palermo: 70° Ordinazione Sacerdotale di P. Giorgio Leone.

Cop IMMACOLATA

PALERMO: PROVINCIA DI SICILIA

DEI FRATI MINORI CONVENTUALI

«Ss. Agata e Lucia»

70° ORDINAZIONE SACERDOTALE

DI PADRE GIORGIO LEONE

   Confratelli carissimi,

                                                      il nostro fr. Giorgio Leone, decano della nostra Provincia di Sicilia, celebra il suo 70°  anniversario di ordinazione sacerdotale. Infatti, è stato ordinato sacerdote il 6 luglio 1947, a soli 23 anni di età, per imposizioni delle mani di S. Em.za Rev.ma il Cardinale Ernesto Ruffini, Arcivescovo di Palermo. Un inno di lode e di ringraziamento a cui tutti siamo invitati a unirci. Un’occasione, per chi, come lui, ha ricevuto questo grande dono, per soffermarsi a contemplare il mistero di cui senza merito è stato rivestito. Dieci anni sono trascorsi da quando, sempre in occasione della corrente lieta ricorrenza, ho tracciato il profilo del Confratello e che in parte riprendo. Una vita tutta dedita al servizio della Chiesa e, in particolare, nella Provincia dei Frati Minori Conventuali di Sicilia, in cui è stato accolto il 9 dicembre 1935 nel Probandato di Montevago. Da allora la sua vita è stato un crescendo di donazione. La dedizione e la passione è ciò che ha caratterizzato la sua ministerialità sacerdotale.

Diversi sono stati gli incarichi che via via nella sua lunga vita P. Giorgio ha svolto. Ne ricordiamo alcuni: Insegnante di materie letterarie nel Liceo del Convento del S. Cuore alla Noce in Palermo, Delegato per le vocazioni, Direttore della nostra rivista “Ardori Serafici”, Assistente della gioventù parrocchiale. Dal 1953 al 1961 è a Noto, primo Guardiano e Parroco di “S. Francesco d’Assisi all’Immacolata”, dopo il triste periodo della soppressione; poi passa a Palermo nel convento di “S. Francesco d’Assisi” a Palermo, dove espleta l’incarico di Direttore della M.I. Nel 1967 è nominato Direttore dell’Istituto scolastico “P. Luigi Palomes”, a cui profonde, come avevo già scritto in proposito, “una moderna fisionomia e l’impronta propria del nostro essere francescani”.

Il Servo di Dio fr. Luigi Lo Verde.

Il Servo di Dio fr. Luigi Lo Verde.

Nel 1970 P. Giorgio viene eletto Ministro provinciale dei Frati Minori Conventuali di Sicilia. Al termine del mandato nel 1973 è a Messina nel Convento “S. Francesco d’Assisi all’Immacolata” e vi rimane fino al 1974, quando, su richiesta della Presidenza della CIMP viene chiamato a Roma e inserito di famiglia nel Convento “Casa Kolbe”, dove riceve l’incarico di Vice Assistente nazionale dell’OFS e di Economo della Casa. Successivamente è chiamato a ricoprire l’ufficio di Economo del Centro nazionale della M.I. e di Presidente del Consiglio di amministrazione. Merita una particolare menzione, in questo periodo, la partecipazione alle molteplici Missioni popolari che, oltre a Roma, lo vedono in diverse città italiane: Genova, Ascoli Piceno, Carrara, Carpi, ecc.; nonché la promozione delle celebrazioni annuali in onore di S. Massimiliano M. Kolbe tanto da farle istituzionalizzare in una “tre giorni” di preghiera, riflessione e studio sulla spiritualità del santo confratello.

Nel novembre del 1980 viene inserito di comunità nel convento di “S. Antonio alle Terme”, dove si dedica, in particolare, allo studio dell’opera pittorica del nostro confratello P. Pasquale Sarullo. Durante la sua permanenza, riceve pure l’incarico di curare nei giorni festivi la Parrocchia “S. Francesco d’Assisi” di Rieti, a cui darà un notevole impulso (1980-1985). Dopo quindici anni di permanenza a Roma, nel novembre del 1988 P. Giorgio rientra in Provincia e viene inserito di comunità al Convento S. Cuore alla Noce in Palermo dove tuttora risiede.

Quest’ultimo trentennio è stato caratterizzato dall’assegnazione di tanti altri incarichi provinciali, tra i quali risaltano quelli di Custode capitolare (1991-1994); di membro della Commissione per l’Economia e i Beni culturali; della Commissione “pro S. Francesco d’Assisi” di Palermo; della Commissione delle opere sociali; di Assistente del Gruppo “Giovani Sempre” che vede anziani incontrarsi e riscoprire la gioia dello stare insieme e di continuare ad apprendere, e quindi a formarsi, per quanto è necessario per vivere bene e meglio la loro età. E, infine, da instancabile Vice-Postulatore delle cause dei Santi ha portato avanti l’iter canonico della Causa per la beatificazione del Servo di Dio fra’ Luigi Lo Verde, che oggi con il Decreto del Santo Padre, emanato il 14 giugno 2016, riconosciutene le virtù eroiche, è stato inserito nell’elenco dei Venerabili.

Biagio Iacono e Padre Giorgio Leone.

Biagio Iacono e Padre Giorgio Leone.

Ed è proprio in questa scia di “santità” che desidero farle giungere, caro P. Giorgio, l’augurio mio e di tutta la fraternità provinciale. Auguri di “santità”, di quella santità che nasce dalla consapevolezza che tutto è dono Suo. Immagino il suo andare con la memoria indietro nel tempo, ricordare quanto è accaduto il giorno della sua ordinazione e come da quel giorno la sua vita è cambiata. Non sarebbe possibile oggi, celebrando l’eucarestia per i suoi settanta anni di sacerdozio ministeriale, non riascoltare e ricordare quelle parole bellissime e terribili nello stesso tempo, che nel rito dell’ordinazione vengono dal Vescovo ordinante proferite al novello sacerdote, che gli sta di fronte genuflesso per accogliere il Pane con la patena e il calice con il Vino e che saranno da lì a poco consacrati: “Ricevi le offerte del popolo santo per il sacrificio eucaristico. Renditi conto di ciò che farai, imita ciò che celebrerai. Conforma la tua vita al mistero della Croce di Cristo Signore.” Un invito, un monito per dire al novello sacerdote: “Lascia che Gesù prenda quasi il tuo posto, che attraverso te faccia sentire la Sua presenza, che riempia la tua vita con le sue parole, con i Suoi stessi sentimenti, il suo amore”. In altre parole, come Paolo scrive ai Filippesi perché “Abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù” (2,5). Caro P. Giorgio, attorno all’altare e celebrando l’eucarestia diremo con te “grazie” a Dio per il dono del tuo sacerdozio ministeriale, che affidiamo all’intercessione del Venerabile fr. Luigi Lo Verde, di cui hai saputo raccontare la vita esemplare e indicarlo come esempio di santità da seguire.

          P. Giorgio celebrerà la sua messa giubilare

il 30 luglio c.m. nella Chiesa del S. Cuore alla Noce in Palermo alle 11,30. 

 

 Fr. Gaspare La Barbera – Ministro provinciale

____________________

Ai Frati - Loro Sedi – Organi di Stampa

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>