subscribe: Posts | Comments | Email

Noto: “Il Casellante” in Teatro Tina Di Lorenzo.

0 comments
Noto: “Il Casellante” in Teatro Tina Di Lorenzo.

                                           Noto: “Il Casellante” in Teatro Tina Di Lorenzo.

17191231_1602198623185047_8876034326642766742_n

    Dopo il debutto palermitano – è al Teatro Biondo dal 7 marzo scorso e rimarrà sino al 12 dello stesso mese – martedì 14 p.v. arriverà al Teatro comunale “Tina Di Lorenzo” di Noto lo spettacolo “Il Casellante” di Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale, per la regia di quest’ultimo. Testo appassionante, “Il Casellante” (Sellerio Editore, Palermo) tra i libri di Camilleri, è uno dei più struggenti e al tempo stesso divertenti del ciclo cosiddetto “mitologico”. L’opera presenta i tratti di una Sicilia arcaica e moderna, comica e tragica e fa seguito a “Marza Musumeci” anticipata da “Il sonaglio”.

“Portare Camilleri a teatro è come traghettare un’emozione tra prosa e poesia – ha spiegato il regista siciliano Dipasquale – e questo è stato possibile anche grazie alla musica, che accompagna un linguaggio personale, originale come è quello di Camilleri; e che ritma una divertita sinfonia di parlate fatta di neologismi, di sintassi travestita. Il Casellante è rimasto integro, ha una stabilità narrativa che è stata calata di peso nella solidità drammaturgica, questo anche perché ha la forza mitologica che l’autore ha voluto dare alla storia”.

“Mentre scrivevo il casellante – ha chiarito Camilleri – mi sono abbandonato a una sorta di tentativo di poesia in prosa: anche la scrittura è diversa, pur mantenendo il suo vigoroso vigatese. È più fantasiosa, più libera, più ariosa, vira e volteggia intorno alla fabula. Se il regista avesse ipotizzato una scenografia chiusa, blindando lo spazio scenico, avrebbe commesso un errore. Invece ha usato il palcoscenico come spazio aperto, come spazio della fantasia assoluta, dove il racconto ha trovato con semplicità la sua sede naturale, utilizzando pochissimi mezzi scenici affidando tutto il resto al canto e alla parola”.

Con Moni Ovadia, Valeria Contadino, Mario Incudine, Sergio Seminara e Giampaolo Romania. Musiche dal vivo con Antonio Vasta e Antonio Putzu. Musiche originali Mario Incudine. Inizio dello spettacolo MARTEDI’ 14 Marzo 2017 ore 20.45.

  Vincenzo Rosana  - Ufficio Stampa  

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>