subscribe: Posts | Comments | Email

Noto: la Pop-Art incontra il Barocco.

0 comments
Noto: la Pop-Art incontra il Barocco.

Noto

LA POP-ART INCONTRA IL BAROCCO DI NOTO

Oltre cento le opere di Andy Warhol esposte all’ex Convitto Ragusa di Noto

   di Ottavio Gintoli

Fama, notorietà e moda. Al primo piano dell’ex Convitto Ragusa si respira aria di Pop Art, si respira il profumo del più grande artista dello scorso secolo: si respira l’essenza di Andy Warhol. Sono oltre 100 le opere intuite e realizzate dall’artista americano che resteranno esposte fino al 28 agosto a Noto e che fanno parte della collezione Rosini-Gutman. Opere che raccontano l’essenza di un artista non convenzionale, capace di giocare con le tonalità e rendere una semplice foto in primo piano più importante di qualsiasi parola per presentare i personaggi raffigurati.

Liza Minelli white ground, 1978, colori acrilici stesi con telai di seta su tela. Collezione Rosini-GutmanLa mostra inaugurata venerdì 7 maggio 2016 è molto più di una semplice raccolta artistica, e si pone lo scopo di catturare l’attenzione dei visitatori. E’ il racconto attraverso immagini, quadri e anche “prodotti” artistici di un filone artistico come quello della Pop Art che fa rima con le parole “osare” e “avanguardia”. La prima perché le tonalità accese, come il giallo dei capelli di Marilyn Monroe o il rosa della camicia di Mao (pezzo unico, assicurato, si narra, per cifre stratosferiche), prima di Warhol non avevano avuto un gran successo nel mondo artistici.Marilyn Monroe, 1967, screenprint on paper. Collezione Rosini-Gutman

La seconda perché l’artista americano fu il primo a capire lo stretto legame che può nascere tra arte raffigurativa e pubblicità. Tant’è che sono esposte anche i manifesti dei suoi film, le copertine dei dischi tra quelle dei Rolling Stones, Velvet Underground, Graces Jones, alcuni abiti da lui disegnati e autoritratti video. Per certi versi si tratta anche di una mostra parlante. All’interno dell’esposizione, infatti, è stato allestito un piccolo spazio per la proiezione di una rarissima intervista realizzata dal giornalista Vanni Ronsisvalle nel 1977 a Roma, in cui l’artista viene ripreso nel suo vagabondare per Roma mentre incontra personaggi del tessuto sociale romano di quel periodo, come Federico Fellini, e si sofferma a contemplare le architetture barocche della città. A distanza di quasi 40 anni c’è un altro incrocio tra l’arte di Warhol e il Barocco, ed è appunto quello che sta avvenendo a Noto in questi giorni. All’inaugurazione hanno partecipato tanti curiosi, che si sono soffermati a vedere da vicino le opere, quasi ad assaporarle.

Anche perché l’allestimento semplice ed elegante rende la passeggiata sulla moquette al primo piano dell’ex Convitto Ragusa piacevole e leggiadra. E poi, ovviamente, ci sono le opere: ci sono i quadri dedicati a Marilyn Monroe, Ingrid Bergman, Man Ray a John Gotti e Liz Taylor, oltre al famosissimo pezzo unico che rappresenta Mao. Esposta anche la rara opera su tela Liza Minnelli e Assassinio a Dallas e opere rappresentative di quasi tutta la sua produzione, come Flowers, Cow e Fish. Ci sono anche i 20 disegni che segnano l’inizio della carriera di Warhol, le copertine di alcuni giornali da lui firmati e anche una serie di banconote americane su cui il più estroso artista dello scorso secolo ha avuto il “solo merito” di mettere una firma col pennarello nero.

                                       Ottavio Gintoli

       testo tratto da LA SICILIA di Catania di Domenica 8 Maggio 2016

 _______________________________________________________________________________________________________

 Schermata 2016-04-27 alle 17.32.32

Warhol è Noto – Il barocco immaginario

 Ex Convitto Ragusa – Corso Vittorio Emanuele 31, NOTO (SR)

Dal 7 Maggio  al  28 Agosto 2016

           Ingresso intero: 10,00 € – ridotto: 7 euro € (over 65, gruppi minino 6 persone)

ridotto plus: 6 € (universitari, ragazzi sino a 18 anni e residenti)

               Orario della Mostra:

MAGGIO: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 20 – sabato e domenica dalle 10 alle 24

GIUGNO, LUGLIO E AGOSTO: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 24

( NB: la Biglietteria chiude un’ora prima)

______________________________________________________________________________________________

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *