subscribe: Posts | Comments | Email

Noto: Ok dal Museo del Mare!

0 comments
Noto: Ok dal Museo del Mare!

 MUSEO DEL MARE, BOOM DI VISITATORI

 Il direttore Bruni: “Scuole e turisti presenti già in massa,

noi e l’amministrazione comunale ci avevamo visto giusto”

 Un'insenatura su cui a Sud s'affaccia il Museo del Mare alla Balata di Noto.

                Un’insenatura su cui a Sud s’affaccia il Museo                 del Mare alla Balata-Calabernardo di Noto.

Boom di visitatori nei primi dieci giorni di vita del nuovo Museo del Mare. A Calabernardo, dopo il taglio del nastro effettuato dal sindaco Corrado Bonfanti e la benedizione di don Eugenio Boscarino, è già un via vai di scuole ma anche e soprattutto di turisti.

<<Siamo in fermento e lo saremo anche in questi giorni di festa, soprattutto nel giorno di Pasquetta – ha detto il direttore Edoardo Bruni – perché i numeri che stiamo registrando in questi giorni sono davvero sorprendenti. Questo Museo attira e abbiamo deciso di rimanere aperti anche il giorno di Pasquetta per dare la possibilità soprattutto ai numerosi turisti presenti in questi giorni a Noto, di poter venire a visitare il Museo del Mare. Questo è la conferma di come ci avevamo visto giusto: noi e l’amministrazione comunale che ha sposato in pieno questo progetto e i risultati sono già sotto gli occhi di tutti. Questo è fare turismo, fare propaganda del proprio territorio, permettere ai giovani di conoscere le proprie risorse, il proprio mare sotto molteplici aspetti>>.Bruni e alcuni alunni

E non finisce qui. Perché all’orizzonte ci sono diversi progetti già in cantiere e prossimi ad essere realizzati grazie al responsabile della Sovrintendenza del Mare Sebastiano Tusa e l’ispettore della Sovrintendenza del Mare Nicolò Bruno: <<Recupereremo dei reperti che si trovano nel circondario del territorio netino e daremo la possibilità di venire a vedere altre preziose testimonianze dei nostri fondali e della ricchezza che possiedono. Abbiamo una spinta in più dettata proprio da questa collaborazione con tutti, istituzioni, gente del luogo, rappresentanti di diverse associazioni. Un unicum che ci dà forza e consapevolezza di andare avanti su questa strada>>.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *