subscribe: Posts | Comments | Email

Dalla testa ai piedi:credere pensando-pensare credendo/2

Commenti disabilitati su Dalla testa ai piedi:credere pensando-pensare credendo/2
Dalla testa ai piedi:credere pensando-pensare credendo/2

CREDERE PENSANDO-PENSARE CREDENDO

                                      Mons. Antonio Staglianò, Vescovo di Noto, per oggi Giovedì Santo 24 Marzo 2016, nella quotidiana  Lettera agli Amici, ha inviato il sottostante invito alla riflessione che volentieri pubblico con mia breve Nota in questa Rubrica, nata per un sereno confronto sui temi della quotidiana ricerca religiosa filosofico-esistenziale: i Lettori che volessero intervenire scrivano in direttore@valdinotomagazine.it  Biagio Iacono

Caro Direttore,

                             “Dalla testa ai piedi”ci lasceremo lavare i piedi… perché in noi sia veramente tutto “mondo”. “Navighi errabondo/nei pensieri miei/perché – se passato-/Tu non ci sei// In ogni istante della vita/sei sempre sparito/passato che non torni/vieni – come tuono/ o vento leggero-/ti tocchi almeno/con un dito// Ho bisogno di sentirti/per non disperare/senza di te/come potrei/nel pentimento lasciarmi amare/e nella gratitudine/ a mia volta perdonare// Passato che non torni/non del tutto assente/se cambio vita/-dalla testa ai piedi-/mi converto/Tu diventi presente// Mi immergerò così /nella novità del futuro/se purifico il passato/“Ora” sono puro”.

Gli oli santi impregnino di un nuovo sapore la nostra esistenza, perché avvenga il miracolo sperato: la conversione di un cuore che sa ora amare perché ora sa di essere stato amato… di essere sempre amato. Fecondo Giovedì santo nella rigenerazione dei nostri affetti.

Mons. Antonio StaglianòVescovo di Noto

_________________________________________

NOTA A MARGINE: 

                   Caro Monsignore, i suoi libri sono tutti sul mio tavolo e “ci passo” volentieri sulle tante pagine che non ho finito di gustare o capire: complimenti per la cristianissima riflessione di stamani e BUONA PASQUA! E’ proprio vero, anche  per Lei come per i veri  Poeti, che…QUOD DICEBAT VERSUS ERAT pur senza mai dimenticare quell’HOMO SUM: che Lei, temo, stia forse nei suoi colloqui “enfatizzando” troppo per purificarlo dall’arida RAGIONE, prediligendo il CUORE di Pascal e…forse chiudendo troppo gli occhi sull’ARIDO VERO della RAGIONE leopardiana: già, dimenticavo, che E’ TUTTA QUESTIONE DI FEDE e…la FEDE , lo si diceva una volta ora forse non più, cristianamente ci vien DATA da DIO, anche se noi NON la cerchiamo o chiediamo, a meno già di non possederne un’ALTRA TUTTA UMANA! Ma, anche lì, Lei lo dice spesso, è questione di FEDE tutta diversa, certo, ma MOLTO MENO,aggiungo io CONSOLATRICE come la Sua: non a caso nella “Ecclesia” la Salvezza non potrà mancarci, anche se ho sempre pensato che l’ASSICURAZIONE PER L’ALDILA’ bisognerebbe affidarla, quando la si volesse contrarre, ad una GRANDE E SICURA COMPAGNIA  ASSICURATRICE come senza dubbio, in questo campo, è appunto la CHIESA CATTOLICA che mi ha battezzato e nella quale sono cresciuto: coraggio, tuttavia, e…proseguiamo, come Scalfari con Papa Francesco, noi due nel nostro, ben più modesto da parte mia, “dialogo” senza reciproci pregiudizi ,sapendo che  anche sul piano sofistico, per le Sue capacità dialettiche e storico-filosofiche, sarò perdente teologicamente! Mi consolo che, umanamente, siamo ambedue nati nell’attesa della…RESURREZIONE eterna per Lei od effimera per me “…finché il Sole / risplenderà sulle sciagure umane”!

Continui nel suo “Nulla dies sine linea” perché, globalmente, il  Suo Messaggio di Pastore della Chiesa Netina e di Studioso-Scrittore, sarà dantescamente un altro  “Grido” culturalmente, anche se  “…la voce tua sarà molesta/ nel primo gusto, vital nodrimento / lascerà poi, quando sarà digesta. Questo tuo grido farà come vento / che le più alte cime più percuote / e ciò non fia d’onor poco argomento.”!

Per questo, mi creda, mi piace interloquire con Lei. Cordialmente, e…grazie per la collaborazione dal Val di Noto Magazine.

                                                                     Biagio Iacono

Comments are closed.