subscribe: Posts | Comments | Email

Noto: Chiesa dell’Immacolata senza identità!

Commenti disabilitati su Noto: Chiesa dell’Immacolata senza identità!
Noto: Chiesa dell’Immacolata senza identità!

DSC03944

NOTO:  Chiesa di S. Francesco all’Immacolata, perché non si provvede a ripristinare

la tabella turistica, che manca da due anni  nonostante le inutili e continue segnalazioni?

Il Convento adiacente continua ad essere preda di vandali soprattutto la notte!

SANTA CHIARA NOTO 006

Noto. L’estate sta finendo, ma la chiesa di San Francesco d’Assisi all’Immacolata resta ancora sprovvista della tabella turistica che ne indica nome, anno di costruzione e da chi è stata realizzata. E in autunno, questa spiacevole situazione, compirà due anni. Una storia incredibile, inverosimile, facile da raccontare, un po’ meno a crederci. E nonostante le continue segnalazioni praticamente di tutte le persone che notano questa mancanza (turisti, ma anche netini stessi), la situazione non cambia: il palo che dovrebbe sostenere la tabella resta incompleto, e anche brutto da vedere nel contesto armonioso della facciata della chiesa, e i turisti più sbadati, e che arrivano in città senza guida, spesso scambiano la chiesa dedicata al patrono d’Italia per il gioiello in stile Barocco della Basilica San Nicolò.

L'artistica vetrata dell'Immacolata con S. Francesco e S. Antonio,  vista dall'interno della facciata. Opera di Roberto Alabiso da Palermo, questa vetrata è stata promossa e finanziata da Padre Giorgio Leone OFMConv. (foto Salvo Cataneo)

L’artistica vetrata dell’Immacolata con S. Francesco e S. Antonio, vista dall’interno della facciata. Opera di Roberto Alabiso da Palermo, questa vetrata è stata promossa e finanziata da Padre Giorgio Leone OFMConv. (foto Salvo Cataneo)

Riavvolgendo il nastro, la storia inizia nell’ottobre del 2013, quando alla fine delle celebrazioni in onore San Francesco, don Angelo Busà segnala ai rappresentanti dell’amministrazione comunale, la situazione. Consegna loro anche la targa in questione, tenuta conservata per alcuni mesi tra gli uffici comunali, raccolta una mattina per terra, dopo che qualche balordo l’aveva staccata in uno dei consueti raid vandalici che, purtroppo, si verificano con una certa costanza nei pressi della chiesa. Detto, fatto. O meglio, consegnata e ripristinata: la tabella ritorna al suo posto, sopra il palo sul lato destro della scalinata, tra la prima e la seconda rampa degli scalini. Il problema sembra risolto, ma passano alcune settimane, e nuovamente la tabella scompare: questa volta, però, non viene ritrovata da nessuno.

Passano i mesi, continuano le segnalazioni, e arriva anche la videosorveglianza: ma per tutta l’estate del 2014, e anche questa che si appresta ad andare in cantiere, quel palo resta incompleto. In pieno centro storico, il secondo monumento in ordine di visita per chi si appresta a passeggiare lungo corso Vittorio Emanuele entrando dalla Porta Ferdinandea, si presenta così, senza un’apparente identità. In un centro storico dove ormai fioccano tavolini e sedie, tabelle e menù turistici per poter scegliere il locale più adatto ai propri gusti e alle proprie tasche, la tabella turistica della chiesa dell’Immacolata resta quasi argomento tabù. Adesso che la videosorveglianza è attiva, la paura che la tabella ripristinata possa essere staccata dal palo nel giro di pochi giorno, non dovrebbe più esserci: i malintenzionati dovrebbero pensarci due volte, visto che sarebbero rintracciabili. Ma questo dubbio resta irrisolto, almeno fino a quando la tabella non ritornerà al suo posto. Più in generale, le condizioni dell’intero plesso destano preoccupazione: il convento adiacente alla chiesa, al centro di un restauro mai finito, è spesso preso di mira da vandali, che vi si introducono la notte, per fare cosa non si sa. Forse cercano un varco per introdursi in chiesa e nei locali, come è già successo in passato.

                                                                                                                           Ottavio Gintoli

      NOTA BENE:  il testo è tratto dal quotidiano di Catania LA SICILIA/ Ed.SIRACUSA del 31 Agosto 2014.

LEGGI ARTICOLO da  LA SICILIAImmagine (4)

 Le foto corredano il libro del ns. Direttore “NOTO, l’IMMACOLATA PATRONA CIVITATIS” in corso di stampa.

Comments are closed.