subscribe: Posts | Comments | Email

Ente Fauna Siciliana: “Incendi, è ora di dire basta!|

Commenti disabilitati su Ente Fauna Siciliana: “Incendi, è ora di dire basta!|
Ente Fauna Siciliana: “Incendi, è ora di dire basta!|

ENTE FAUNA SICILIANA

 Incendi, è ora di dire basta!

 

Corrado Bianca
Corrado Bianca

 

 

 

Non possiamo e non dobbiamo assistere inermi alla devastazione  del nostro patrimonio boschivo e naturale. Puntualmente, in Sicilia,  ogni stagione estiva vanno in fumo migliaia di ettari di aree protette  ed aree boschive senza che nessun responsabile di questi reati venga assicurato alla giustizia. Non è possibile che a fronte di migliaia di roghi dolosi i delinquenti che compiono questi reati non paghino. Coloro che compiono questi reati devono essere considerati alla pari dei mafiosi o degli assassini e come tali vanno perseguiti. Perché tutto ciò non avviene? perché non c’è un coordinamento interforze atto a reprimere questo reato? Eppure i danni derivanti dagli incendi sono incalcolabili sia dal punto di vista ambientale che economico.

foto incendio

Altro aspetto del problema è quello di individuare  le responsabilità politiche di chi, con una discutibilissima riforma  del personale della Forestale ha reso impossibile attivare in tempi ragionevoli il servizio antincendio (dal  15 maggio), così come previsto dalla L.R.14/2006.  Questo servizio di fatto è iniziato impiegando  una piccola parte del personale solo a fine giugno, quando già gli incendi hanno già percorso gran parte del territorio ed utilizzando per lo spegnimento solo mezzi aerei costosissimi. Bisogna individuare  i responsabili di questi ritardi che hanno lasciato incustodito  il territorio regionale. Non possono pagare sempre i cittadini onesti che si vedono incenerire il proprio territorio. E’ ora che vengano individuati i responsabili e che finalmente qualcuno paghi per i danni subiti.

Chiediamo che la tutela del patrimonio boschivo e naturale, venga inserito fra le priorità dell’agenda politica regionale e che qualora ce ne fosse bisogno, anche le associazioni ambientaliste, con propri uomini e professionalità, possono dare il loro contributo, così come era previsto dal progetto regionale “Guardaboschi” basato sul volontariato ed a costo zero, soppresso senza motivazione, forse perché stava dando dei risultati nella prevenzione degli incendi.

Il Segretario Regionale:  Corrado Bianca

Comments are closed.