subscribe: Posts | Comments | Email

Bono sull’Aeroporto di Catania: privatizzazione non faccia rima con speculazione!

0 comments
Bono sull’Aeroporto di Catania: privatizzazione non faccia rima con speculazione!

Bono: Sac, si operi perché privatizzazione non faccia rima con speculazione.

“Il mantenimento in II fascia è una sentenza di condanna per l’aeroporto di Catania, con conseguenti gravi implicazioni economiche per il territorio e in materia di cessione delle quote di proprietà pubblica”, così ha dichiarato l’On. Nicola Bono, già Presidente della provincia Regionale di Siracusa, che da oltre tre anni conduce in solitudine la battaglia contro il declassamento dell’aeroporto di Catania.

CONVEGNO LIONS UNESCO NOTO 7 6 2013 020 Bono ha quindi continuato:”Tutte le risorse UE, pari a 37,1 Miliardi di Euro, per l’ampliamento e ammodernamento delle strutture aeroportuali UE saranno destinate unicamente agli aeroporti “Core”, da cui Catania dal 2011 è stata espunta, nel silenzio delle rappresentanze istituzionali Italiane e Siciliane, sia di livello Governativo, che parlamentare. Una inattività di eccezionale quanto gratuita gravità, che condanna la Sicilia Centro-Orientale al declino, altro che impegno per contrastare la crisi e rilanciare attività produttive e occupazione. Il dubbio atroce è che tali incomprensibili latitanze siano da una parte determinate dal solito lassismo e superficialità di chi riveste cariche pubbliche senza passione, né dignità, e dall’altra parte da interessi ben più precisi e perniciosi, mirati a determinare il declino del primo aeroporto del Sud Italia.

Questa seconda “corrente di pensiero” , che avalla una esclusione i cui effetti saranno di penalizzare il futuro di 3.500.000 Siciliani e che magari pensano che in tal modo si favorisca lo scalo di Palermo, in effetti avvantaggeranno altri aeroporti stranieri e, segnatamente, alcuni di quelli dislocati nell’Africa settentrionale.

Ma il rischio maggiore è soprattutto quello di rivelarsi complici, non si sa quanto inconsapevoli, di una operazione speculativa che, in vista delle imminenti obbligatorie privatizzazioni, con l’esclusione dalla “core list” determinerà un deprezzamento oggettivo delle azione SAC a livelli molto più bassi di quelli del reale valore della Società. Ecco perchè occorre subito una grande iniziativa di mobilitazione istituzionale e popolare, che nel riportare come è giusto che sia Catania nella lista degli aeroporti più importanti dell’UE, scongiuri anche di far fare alla parola pivatizzazione la rima con speculazione”

 On. Nicola Bono

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *