subscribe: Posts | Comments | Email

Noto: il Vescovo dall’Africa scrive…

Commenti disabilitati su Noto: il Vescovo dall’Africa scrive…
Noto: il Vescovo dall’Africa scrive…

dalle “Lettere” agli Amici sulla “Diocesionalità del Gemellaggio”

MONS. A. STAGLIANO’, VESCOVO DI NOTO, DALL’AFRICA SCRIVE…

Carissimi,   

                       con l’incontro a Beni per la santa messa e la visita alla fattoria Nino Baglieri a Bingo si conclude il nostro viaggio in Congo….Beni è il territorio più insicuro…le persone spariscono, si uccidono etc.etc. Ho portato la nostra vicinanza e speriamo di far qualcosa di concreto in Italia per loro, per il processo di pace…poi vi dirò.  Il nostro ufficio diocesano potrà aiutare quello di Butembo che qui è chiamato Servizio per la societ civile. Sarà questa una strada per dispiegare gli aspetti diocesani del nostro gemellaggio. I nostri fratelli gemelli lo richiedono, come una invocazione di misericordia corporale e spirituale. In particolare hanno fatto richieste scritte quelli della pastorale giovanile e quelli della comunicazione sociale…su ambedue i fronti si potrebbero aprire orizzonti pastorali di grande carità tra noi e loro. Una schiera interminabile di bambini affolla le parrocchie che sono molto impegnate nella catechesi a tutte le età. La santa messa è commovente. …tutti cantano e attraverso il canto vivono quella “actuosa partecipatio” voluta dal Concilio. Sia benedetto il Signore per la loro fede. Nino Baglieri li protegge dall’alto…quella scuola di formazione agraria è uno “splendore di Dio”…un fiore all’occhiello della Carità della nostra Chiesa locale. Grazie a don Salvatore Cerruto: la tua presenza a Butembo è stata una chiamata vera di Dio, una vera vocazione alla carità nella tua vocazione sacerdotale e non -come qualche faccendiere dice in giro -“una defenestrazione”.

CAT_1269aSono convinto che se tu non fossi stato qua (cioè, se io non ti avessi “mandato” qua) non esisterebbero ancora né la fattoria né il Centro cardiologico…che invece ora esistono, a dimostrazione che abbiamo fatto bene (cioè la volontà di Dio) a rifondare il gemellaggio per dargli un orizzonte più marcatamente diocesano…in questa direzione, carissimi dovremo avanzare con ritmo, dando concretezza e maggiore chiarezza anche al gemellaggio tra i presbiteri…il Signore lo vuole e noi ci impegneremo a fare volentieri la Sua volontà.

La vita umana è un mistero, e lo è non tanto perché “non si capisce fino in fondo”, ma piuttosto perché il suo significato vive delle profondità delle presenza del buon Dio nella storia degli uomini.  Chi allora può descrivere completamente il significato di ciò che è già accaduto? Quel significato si lascia sorseggiare e si rende più evidente in ciò che accadrà. …ma chi può dire ciò che accadrà? Perciò,  siamo nelle mani di Dio che tutto vede e pre-vede. Egli sa bene ciò che accadrà,  quello che sta già accadendo e invoca nuove vie per accadere, la Sua volontà di amicizia e fratellanza tra i popoli. SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA.

Pregate per il nostro viaggio di ritorno…mentre pregate per chi ancora resta fino al 2 febbraio. ..di cuore

Domenica, 24 Gennaio 2016                                        + don Tonino

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com