subscribe: Posts | Comments | Email

Riconoscimenti allo scrittore prof. Corrado Calvo

Commenti disabilitati su Riconoscimenti allo scrittore prof. Corrado Calvo
Riconoscimenti allo scrittore prof. Corrado Calvo

UN MESE STRAORDINARIO ALL’INSEGNA DEL SUCCESSO PER LO SCRITTORE ROSOLINESE CORRADO CALVO

Dalla splendida accoglienza del Festival del libro di “A tutto volume” alla prestigiosa affermazione nella terra di Ludovico Ariosto, passando per il Premio Sicilia per la Narrativa di Giardini Naxos.

La premiazioneGiugno si è rivelato un mese magico per la straordinaria accoglienza riservata all’ultima opera Nel nome del padre dello scrittore siciliano Corrado Calvo: il 7 giugno, invitato nell’extravolume del Festival del Libro di Ragusa, il romanzo è stato  presentato presso la storica libreria di Piazza San Giovanni, la “Libreria Paolino”, alla presenza dello scrittore Pietrangelo Buttafuoco, uno degli invitati d’onore della manifestazione; il 14 giugno a Giardini Naxos Corrado Calvo ha avuto conferito il Premio Sicilia Narrativa 2014; il 29 giugno “Nel nome del padre. Dear Frank, Giorgio caro” si è classificato nella terna dei vincitori del Premio “La Pania” dell’Unione dei Comuni della Garfagnana di ariostesca memoria.  “Bel romanzo dalla solida trama e dall’ampio sviluppo narrativo. Le vicende dei protagonisti si intrecciano perfettamente in quello che potremmo definire un grande affresco dei nostri tempi: la malattia, la vecchiaia, la corruzione politica, l’arrivismo e la crisi; tutti aspetti trattati con grande umanità e con lucida analisi psicologica. Corrado Calvo, nella prosa perfetta, mai viziata e sempre scorrevole, ribadisce una verità essenziale, ma che spesso perdiamo nei giri tortuosi delle nostre vite: all’odio si risponde con l’amore e alla morte sempre e solo con la vita” (Giuria del Premio La Pania, Molazzana, 29 giugno 2014).

Calvo interviene Più di così, non è possibile sperare. E senza dubbio costituisce uno stimolo supplementare a raccontare il nostro Paese e la nostra vita di uomini che ci muoviamo in essa, con fatica e sofferenza, ma certamente con amore caparbio teso a comprendere e a dare un senso ai nostri sentimenti e alla vita stessa. Questi meritati riconoscimenti sono la conferma dell’abilità di uno scrittore che non si limita a fotografare la realtà, ma che riesce a tradurla in arte rielaborandola e facendo rivivere in essa la sua sensibilità, le corde, il giudizio e il suo pensiero  che si fa racconto.

E’ il romanzo del nostro tempo, nel quale senza sciocchi moralismi, rivivono i problemi spinosi della nostra società, scavando in profondità il rapporto padri-figli e mettendo sulla scena temi attuali come la violenza sulle donne, la paternità negata, lo sfascio politico e l’uso distorto dei mass media, lo smarrimento dell’uomo di oggi in una realtà edonistica in cui per andare avanti non si ci fa scrupolo di fare uso e scempio del proprio corpo.

 

Comments are closed.